Puntate

Rally Vallate Aretine 2019

RIOLO-FLORIS (SUBARU LEGACY) VINCONO IL 9°HISTORIC RALLY DELLE VALLATE ARETINE, PRIMA PROVA DEL TRICOLORE STORICO 2019.

SUL PODIO “LUCKY” BATTISTOLLI, CON FABRIZIA PONS, DAVANTI AL FIGLIO ALBERTO, CON CAZZARO, ENTRAMBI SU LANCIA DELTA INTEGRALE.

SCALABRIN-PAGANONI PRIMI NEL TROFEO A112 ABARTH.

Il siciliano Totò Riolo, in coppia con Alessandro Floris, a bordo della Subaru Legacy curata dai fratelli Balletti, si è aggiudicato un combattuto 9° Historic Rally Vallate Aretine, prova d’apertura del Campionato Italiano Rally Auto Storiche. Il pilota palermitano ha avuto ragione nella sfida col vicentino “Lucky” Battistolli nel finale.

“Sono felicissimo di questa mia vittoria – commenta Riolo a fine gara – ottenuta alla mia prima volta al “Vallate Aretine”. Bella la lotta con “Lucky”, anche se il nostro passo, veloce all’inizio, è stato rallentato a metà gara da problemi all’intercooler, risolti i quali siamo tornati a spingere fino alla fine. Complimenti all’Organizzazione, perfetta, al pubblico, caloroso e competente e al percorso, tecnico e impegnativo, di questo rally che ho scoperto e apprezzato”.

Riolo si aggiudica anche il 4° Raggruppamento mentre il suo navigatore, il livornese Alessandro Floris, mette in bacheca l’ambito trofeo riservato ai copiloti, intitolato ad Andrea Ulivi, indimenticato medico sportivo aretino ed amante dei rally.

Problemi all’idroguida negli ultimi sei km della penultima speciale, costati oltre 25 secondi, hanno privato “Lucky” Battistolli e Fabrizia Pons, con la Delta Integrale della K-Sport di una vittoria che già pregustavano. Riparato il danno, il duello nell’ultimo crono ha confermato il primo posto di Riolo, ma la famiglia Battistolli, può in ogni caso festeggiare l’edizione 2019 del Vallate Aretine, perché Alberto, figlio di Luigi, inossidabile pilota che nelle storiche ha trovato una seconda giovinezza, è la vera sorpresa di questa gara.

Al debutto su asfalto con una Delta Integrale simile a quella di papà ed affiancato dall’esperto Luigi Cazzaro, Alberto Battistolli ha gravitato da subito nelle posizioni da podio, riuscendo addirittura a vincere una speciale, la quinta delle otto in programma, subendo anche il brivido di uno stop per lo scarso livello di benzina nella sesta speciale, dove ha viaggiato a singhiozzo. Il suo terzo posto finale è comunque positivo ed inaugura al meglio la prima gara della stagione.

Attore positivo anche il senese Alberto Salvini, che in coppia con Tagliaferri sulla verde Porsche 911 RS curata dai Balletti, ha vinto il 2° Raggruppamento riuscendo a lottare per le posizioni alte dell’assoluta, nonostante la minor potenza della sua auto: ma la rottura dello stacca batteria lo penalizza di quasi 50 secondi, azzerando ogni velleità di podio.

  Quinti Bertinotti-Rondi, Porsche 911 RSR

davanti a Bianco-Hendel, Ford Sierra della scuderia Palladio

che hanno preceduto Mano-Aivano, settimi con la Toyota Celica st165.

Ottavo il biellese Roberto Rimoldi, con Consiglio sulla Porsche 911 SC,

mentre i piemontesi Parisi-D’Angelo svettano nel 1° Raggruppamento, con la Porsche modello 911 S.

Sopra ogni aspettativa Matteo Luise e Melissa Ferro, noni assoluti con la Fiat Ritmo 130 Abarth,

subito davanti a Bertelli-Masini, che chiudono i topten con l’Opel Ascona.

Senza acuti invece la gara di Barsanti-Pollini, dodicesimi al traguardo.

Passando ai ritirati, alcuni erano attesi protagonisti della vigilia, come “Zippo”-Ceschino, fuori per rottura della frizione dell’Audi Quattro

ed Elia Bossalini, col cingalese Ratnayake a destra, costretto a fermarsi per problemi agli ammortizzatori posteriori dopo aver lottato per le posizioni di vertice.

Fuori gara anche i fratelli Costenaro, Giovanni in coppia con Ometto sulla Lancia 037 e Giacomo con Bardini, ambedue del team Bassano.

Uscita di strada per Valter Pierangioli e Giancarla Guzzi con la Ford Sierra 4x4 curata da Terrosi, con parte cruenta solo per l’auto ed incolumità per l’equipaggio, ritiro che ha interrotto l’inizio gara positivo del pilota senese, autore del secondo tempo nella prima speciale.

Al Vallate Aretine presenti le auto del Trofeo A112 Abarth, che ha visto il dominio di  Raffaele Scalabrin, vicentino vincitore del titolo 2018 ed affiancato per la prima volta da Giulia Paganoni. Il pilota veneto ha imposto la sua legge dal via, prendendo il largo nella classifica assoluta, che ha visto sul podio finale due equipaggi aretini: al secondo posto Orazio Droandi in coppia con Matini ed al terzo Mearini-Acciai.

 

Ora un mese di stop, prima della seconda gara di campionato, prevista a Sanremo.

 

(Ringraziamo Photo Zini per la positiva collaborazione fotografica)

  • 0

Toscana Tv Motori - 9a puntata 2019

La 9a puntata (edizione 2019) della nostra trasmissione, la più vista a livello regionale dagli appassionati dei motori, in onda venerdì 08 marzo dalle 21,03 con questa scaletta servizi:

- OSPITI IN STUDIO: Christian Merli, attuale campione ITA-EU Velocità Montagna, che ci parlerà di idee, sensazioni, programmi e tempo che non basta mai;

 

a seguire la nostra rubrica di redazione PARLIAMONE,

con Max Sghedoni in veste di opinionista, dove si discuterà a braccio della prossima stagione rallistica 2019, ad iniziare dal CIR - Camp ITA Rally e tutti gli altri campionati, challenge o serie di gare che si svolgono sul territorio italiano.

Ricordiamo che la stagione 2019 inizierà nell’imminente w-end ad Arezzo, col Vallate Aretine, tradizionale gara d’apertura del CIRAS (Camp Ita Rally Auto Storiche) e proseguirà il 22 e 23 marzo con la 42a edizione del Rally il Ciocco, prima data CIR 2019, che quest’anno si preannuncia interessante, sia per numero di partecipanti, sia per i molti, nuovi iscritti al massimo campionato tricolore.

BUONA VISIONE

 

 

Riproponiamo le scuse per le 24 ore di ritardo rispetto alla solita programmazione, ma confermiamo il nostro grande impegno e massima volontà esecutiva; siamo

PASSIONE ATTIVA, IN MOVIMENTO!!

  • 0

Toscana Tv Motori - 8a puntata 2019

8a puntata dell’edizione 2019 della nostra trasmissione, l’appuntamento motori più seguito in Toscana da appassionati e non solo.

Stasera dalle 22,35 sul canale 194 e dalle 24 sul 18 di Toscana Tv con questi servizi filmati:

- rubrica “Come Eravamo” con in studio Daniele “Jurassic” Ciocca e Stefano “Spes”  Speranza, argomento del nostro discutere il rally di MonteCarlo degli anni 80 ed altri pensieri sulle gare di molti anni fa...;

- premiazione IRC con immagini youtube dell’evento, a conclusione dell’annata 2018 che ha visto primeggiare Rossetti-Mori;

- premiazione Rallylink a Pistoia, durante Auto Expo 2019, di Paolo Andreucci, personaggio rally della scorsa stagione e di Luca Beltrame, navigatore campione del mondo nel WRC3 con Enrico Brazzoli.

1 ora a tutto gas che passerà in fretta, perché

SIAMO PASSIONE ATTIVA, IN MOVIMENTO!!

  • 0

Premiati i campioni rally toscani 2018

Il Campionato Regionale Rally 2018 Toscana ha premiato i suoi campioni

Organizzata dalla Delegazione Regionale ACI Sport della Toscana, si è svolta a metà febbraio al Grand Hotel Continental di Tirrenia (PI) la premiazione del Campionato Regionale Rally 2018.

Alla presenza dei Presidenti e Direttori degli AC della Toscana e di numerosi rappresentanti del rallismo toscano, sono stati consegnati trofei e coppe ai protagonisti del Campionato.

La classifica assoluta ha visto prevalere Fabio Pinelli, che è il campione toscano rally 2018, in virtù di continui piazzamenti e presenze nelle posizioni di vertice. Nel Femminile svetta Susanna Mazzetti, tra gli Under 25 Thomas Paperini.

Questa la lista dei premiati a Tirrenia:

CLASSIFICA ASSOLUTA

1° Fabio Pinelli (navigatori Bugelli e Menchini)

2° equipaggio Pierotti - Milli

3° Tobia Cavallini (navigatori Farnocchia e Manfredi)

N0 - N1

1° Dario Bertolacci (navigatori Lombardi e Sarti)

2° equipaggio Favero - Perrone

3° equipaggio Ferrarini - Ferrarini

N2

1° Daniele Silvestri (navigatori Giovannini e Marraccini)

2° Riccardo Parri (navigatori Mischi e Sanesi)

3° equipaggio Taddei - Salotti

N3

1° equipaggio Morelli - Lupi

A0 - A5

1° Michele Friz (navigatori Bertini e Filippini)

2° equipaggio Oliani - Piazzini

3° equipaggio Corti - Catalano

A7 - SUPER 1600

1° Simone Campilii (navigatori Palmieri e Pellegrini)

2° Susanna Mazzetti (navigatori Baldacci e Lombardi)

R2

1° equipaggio Paperini - Fruini

2° equipaggio Nesti - Grilli

3° Lorenzo Ancillotti (navigatori Ancillotti – Sanesi)

R3

1° equipaggio Gasperetti - Ferrari

2° equipaggio Simonetti - Angilletta

R5

1° Fabio Pinelli (navigatori Bugelli e Menchini)

2° Tobia Cavallini (navigatori Farnocchia e Manfredi)

3° equipaggio Pierotti - Milli

FEMMINILE

1° Susanna Mazzetti (navigatori Baldacci e Lombardi)

2° equipaggio Bandini - Ferrari

UNDER 25

1° equipaggio Paperini - Fruini

2° equipaggio Nesti - Grilli

3° Dario Bertolacci (navigatori Lombardi e Sarti)

SCUDERIE

1° Jolly Racing Team

2° Pistoia Corse

3° Alex Group

  • 0

10° Rally della Val d'Orcia

10° RALLY VAL D’ORCIA - Al vicentino Smiderle (Ford Fiesta) la decima edizione del Rally Val d’Orcia

E’ stata una gara combattuta la decima edizione del Rally Val d’Orcia, valida per il Challenge Raceday Terra, che ha visto tre equipaggi darsi battaglia con scarti ridottissimi per tutte le sei prove speciali del percorso edizione 2019, prima gara in Toscana della stagione rallistica.

Ha prevalso Andrea Smiderle con Alberto Bordin al suo fianco, a bordo della Ford Fiesta WRC della Scuderia Hawk Racing Club. Il pilota di Schio ha avuto in Federico Fanari e Renato Travaglia gli avversari più combattivi, con minimi distacchi, esattamente come Hoelbling nelle sole fasi iniziali, prima del ritiro per rottura di un cerchio.

Sul podio finale Fanari-Stefanelli e Travaglia-Gelli entrambi su Skoda Fabia R5 e che hanno sempre rincorso il vicentino vincente, sono accomunati al 2° posto con identico distacco, 4,3 secondi.

Fanari parte benissimo aggiudicandosi la prova d’apertura, ma Travaglia vincere il maggior numero di speciali, tre, una in più rispetto al vincitore Smiderle, che fa sue la 2a e la 6a riuscendo a vincere il rally in virtù di un velocità costante e sempre nei primi 3 posti di ogni tratto cronometrato.

Giù dal podio e quarto Trevisani, un protagonista del challenge Raceday, che è all’esordio con Marchesini al volante di una Hyundai i20 R5. Positivo anche il debutto su una vettura della massima categoria (R5) di  Tommaso Ciuffi, al volante della Peugeot 208 T16 R5 MM Motorsport. Per il fiorentino gara attenta a non strafare, ma costantemente tra i più veloci ottiene l’ottimo quinto posto finale.

Rally molto spettacolare anche per il locale Pierangioli, con Pollini alle note, sulla rossa Mitsubishi Lancer Evo, che gli permette di issarsi fino al 6° posto assoluto, giusto davanti a Versace-Caldart, 7° sulla Skoda Fabia R5 ed a Marchioro-Dell’Omo, Peugeot 207 S2000, che con l’ottavo posto al traguardo sale in terza piazza nella classifica dedicata al Raceday Rally Terra.

Chiudono i top 10 Gianesini-Franzi, con maggior feeling gara dopo gara con la Skoda Fabia R5 e l’inossidabile “Orso” Bruno Bentivogli, coadiuvato da Cecchi, vincente con autorità del gruppo N, ovvero le auto di serie e decimo assoluto. Restando nel gruppo N, lo sloveno Peljhan ha chiuso in 2a posizione con la Mitsubishi Lancer Evo IX, mentre il sammarinese Vagnini (11°)si conferma il più veloce della classe R3 e lo spettacolare Romagna (12°) con la Lancia Delta Integrale, nella A8.

Ecco gli altri vincitori di classe: Betti in evidenza nella R3T con la Citroen DS3, Uliana con la Ford Fiesta in R2, Chiesura junior con la Honda Civic nella numerosa classe N2, Bucci sulla Renault Clio RS nella N3, Pasquali e la Suzuki Ignis nella S1600, mentre Morgantini si riconferma in A5 con la sempre verde Peugeot 205 Rally e Gallinaro in A7 con la Peugeot 205 Gti. Esordio vincente su terra per Susanna Mazzetti in A6  e Micheli nella R1B con la Suzuki Swift.

 

Abbinata al Rally Moderno anche la prima edizione del Rally Storico della Val d’Orcia con vittoria in solitario per il giovane Alberto Battistolli, in coppia con l’esperto Luigi Cazzaro, su Lancia Delta Integrale 16 V. Ritirato nell’ultimo tratto crono Sipsz, unico altro concorrente, per uscita di strada.

 

Sono stati 53 gli equipaggi che hanno concluso la manifestazione del decennale del Rally della Val d’Orcia, per la prima volta completamente organizzata dalla locale scuderia Radicofani Motorsport con l’importante apporto di Radicofani e San Casciano dei Bagni, le due amministrazioni coinvolte.

Singolare ed a sorpresa durante la gara, la volontà di alcuni pastori locali che hanno sensibilizzato pubblico e media sul prezzo del latte ovino e sui problemi del settore della pastorizia. Atto di vera  solidarietà verso la protesta a livello nazionale partita dalla Sardegna, che si sta estendendo.

 

La gara ha subito un leggero ritardo, ma grazie alla mediazione di direzione gara, forze dell’ordine e media, il rally è proseguito regolarmente. I presenti e partecipanti alla manifestazione sportiva, hanno mostrato la loro solidarietà nei confronti dei pastori e oro problematiche.

Infine Radicofani Motorsport tramite Stefano Pascucci, presidente comitato organizzatore, ha voluto ringraziare gli equipaggi e tutti gli ufficiali di gara, per il prezioso supporto che ha garantito il regolare svolgimento della gara, ben supportati dalle forze dell’ordine, personale medico e paramedico, team della decarcerazione, servizio cronometrico e tutto lo staff del Raceday, quest’ultimo sempre vicino al rally fin dalla sua prima edizione. L’appuntamento ora va al 2020.

CLASSIFICA FINALE 10° RALLY DELLA VAL D’ORCIA:

1.Smiderle-Bordini  (Ford Fiesta WRC) in 36’40”0;

2.Fanari-Stefanelli (Skoda Fabia R5) e Travaglia-Gelli (Skoda Fabia R5), ambedue a 4”3 secondi;

4.Trevisan-Marchesini (Hyundai I20 R5) a 23”2

5.Ciuffi-Gonnella (Peugeot 208 T16 R5) a 39”7

6.Pierangioli-Pollini (Mitsubishi Lancer Evo) a 54”4, leader del gruppo R4

7.Versace-Caldart (Skoda Fabia R5) a 1’00”4

8.Marchioro-Dall’Olmo (Peugeot 207 S2000) a 1’42”6, primo tra le S2000

9.Gianesini-Franzi (Skoda Fabia R5) a 2’11”4

10.Bentivogli-Cecchi  (Subaru Impreza) a 2’33”5, vincitore del gruppo N

  • 0

Anteprima 10° Rally Val d'Orcia

ANTEPRIMA VAL D’ORCIA 2019

           

Concluso il MonteCarlo, che da sempre è primo rally, per tradizione e vasta eco, a febbraio c’era il Carnevale, anche come rally, ma da anni è solo un ricordo, sperando risorga presto. Così il testimone di prima gara toscana nel 2019 spetta al Val d’Orcia, tappa del Challenge Raceday, che in calendario a fine 2018 è slittato di pochi mesi, trovando una data che lo riconsegna sia alla passione dei rallisti sia agli amanti della terra.

Domenica 10 febbraio, nei dintorni di Radicofani saranno quasi settanta vetture a contendersi la vittoria, presenti tutti gli specialisti della serie ideata da Alberto Pirelli oltre agli eterni innamorati del fondo sterrato.

L’evento da questa edizione è interamente organizzata dalla Radicofani Motorsport e coinvolgerà un angolo di territorio tra i più suggestivi della Toscana, avendo nei Comuni di Radicofani e di San Casciano dei Bagni i due epicentri.

Sei le prove speciali in programma, con la conosciuta Radicofani di quasi 13 km e la San Casciano dei Bagni di 6 km e mezzo da ripetersi ognuna per tre volte. Circa 58 il percorso cronometrato che con trasferimenti verso riordini e assistenze arriva a 180.

Sabato 9 palco partenza nella suggestiva Piazza S. Pietro di Radicofani alle 19 con il  riordino notturno a San Casciano dei Bagni. Domenica 10 dalle 8 il via agonistico cui seguirà l’arrivo, sempre a Radicofani dalle 16.20. La base logistica della gara sarà il Palazzo Comunale di Radicofani con Direzione Gara, Segreteria e Sala Stampa.

Lo scorso anno vinse, per la sesta volta, l’equipaggio trentino Taddei-Gaspari con Skoda Fabia R5, davanti al duo Hoelbling-Grassi su analoga vettura. Terzo a sorpresa il giovanissimo Bulacia, astro nascente  boliviano.

  • 0

Italiani al Rally di Montecarlo 2019

ITALIANI AL RALLY DI MONTECARLO 2019

E’ stata abbastanza positiva, l’avventura dei nostri portacolori impegnati nel 87° Rally di Monte-Carlo. Dei 21 partenti solo 12 però hanno visto il traguardo. Analizziamo nel dettaglio i risultati dei piloti tricolori, equipaggio per equipaggio.

Il migliore si conferma Matteo Gamba, bergamasco navigato dall’esperto Nicola Arena, che chiude la sua fatica in 17ma posizione assoluta. Un ritorno ad effetto quello del 40enne pilota ex Procar, che si conferma ancora una volta profondo conoscitore delle strade monegasche.

19° il driver di Domodossola, Davide Caffoni, alla sua prima gara  iridata. Con la Skoda Fabia R5, il lombardo navigato da Massimo Minazzi termina nei top20 e fa suo un risultato inaspettato, maturato grazie ad una gara attenta ma efficace.

Al 21° posto un altro debuttante nel WRC, Alessandro Gino navigato da Danilo Fappani. Il pilota cuneese, sfiora la top20, preceduto di 21 secondi dalla Fiesta WRC ufficiale di Tidemand e termina conscio di tornare quanto prima.

Nei 4 giorni di gara, tre hanno avuto problemi e solo uno positivo. Parliamo di Manuel Villa ligure e Daniele Michi toscano, che hanno concluso 24mi ma 6i di WRC2 e segnano punti importanti, perché parteciperanno a tutte le gare di questo settore del mondiale quest’anno.

Due posizioni più indietro ecco Silvano Patera, pilota di PA Racing, che chiude 26° assoluto, navigato dal decano dei navigatori italiani, Maurizio Barone mentre 28mi sono i veneti Tiziano Gecchele e Mauro Peruzzi, abili a chiudere nei top30 con la Skoda Fabia R5.

La 30ma piazza la centra il varesino Mauro Miele con Luca Beltrame, autori di una grande rimonta, dopo il rientro in gara con la formula del SuperRally.

Positiva la gara di Andrea Nucita e Giuseppe Princiotto con la Hyundai di Bernini. I 2 siculi, veloci e con tempi quasi sempre nei 15 dell’assoluta, con qualche errore di troppo hanno dovuto rincorrere e risalire la classifica, alla fine 37ma piazza assoluta.

 

Ottima la vittoria nel FIA RGT del saluzzese Enrico Brazzoli, campione mondiale in carica WRC3, che affiancato da Roberto Mometti, chiude 41° con l’Abarth 124 spider, mentre 43mi ed autori di un’ottima prestazione sono Davide Riccio e Monica Cicognini, bravissimi nel  superare il taglio finale delle 60 vetture per l’ultima tappa.

 

Tra le 2 ruote motrici, positiva la gara di Blanc-Lattanzi sulla 208 R2, che terminano 45mi assoluti la loro avventura, per Covi-Ometto dieci posti più dietro e 55mi. Classificati ma senza partecipare all’ultima tappa, per la regola del MonteCarlo che ammette al via l’ultimo giorno solo 60 auto, Arengi-Bordignon, 208 R2, Coti Zelati-Ravello e Somaschini-Marchetti ambedue con la DS3 R3T. Applausi a Rachele Somaschini, testimonial della Ricerca sulla Fibrosi Cistica e unica pilota donna in gara poiché terminare una prova mondiale al debutto è assai positivo, considerando le sue particolari condizioni fisiche.

Ritirati invece Paccagnella-Ferrara (Fiesta R5) per incidente sulla PS4, Marenco-Pieri (altra Fiesta) sulla PS7 e Pedro-Baldaccini (Hyundai i20 R5) sulla PS12, mentre i due pistoiesi Gasperetti-Ferrari (Clio R3T) nella 11a escono di strada da leader della RC3. Abbandonano infine a Gap Dionisio-Grimaldi (208 R2) per rottura meccanica.

 

La prossima gara del Mondiale Rally è in Svezia, fra tre settimane.

CLASSIFICA ITALIANI

17° Matteo Gamba – Nicola Arena (Ford Fiesta R5 – 10° RC2)

19° Davide Caffoni – Massimo Minazzi (Skoda Fabia R5 – 12° RC2)

21° Alessandro Gino – Danilo Fappani (Skoda Fabia R5 – 13° RC2)

24° Manuel Villa -Daniele Michi (Skoda Fabia R5 – 16° RC2 – 6° WRC2)

26° Silvano Patera – Maurizio Barone (Skoda Fabia R5 – 18° RC2)

28° Tiziano Gecchele – Mauro Peruzzi (Skoda Fabia R5 – 19° RC2)

30° Mauro Miele – Luca Beltrame (Citroen DS3 WRC – 9° RC1)

37° Andrea Nucita – Giuseppe Princiotto (Hyundai I20 R5 – 22° RC2)

41° Enrico Brazzoli – Roberto Mometti (Fiat Abarth 124 RGT – 1° RGT)

43° Davide Riccio – Monica Cicognini (Ford Fiesta R5 – 24° RC2)

45° Marco Blanc – Luca Lattanzi (Peugeot 208 R2 – 10 RC4B)

55° Carlo Covi – Pietro Ometto (Peugeot 208 R2 – 17° RC4B)

61° Fabrizio Arengi – Filippo Bordignon (Peugeot 208 R2 – 18 RC4B)*

65° Andrea Coti Zelati – Emanuela Ravello (Citroen DS3 R3T – 7° RC3)*

66° Rachele Somaschini – Sergio Marchetti (Citroen DS3 R3T – 8 RC3)*

 

 

 

 

 

 

 

  • 0

Toscana Tv Motori 2019 - 6a puntata (meglio di...)

Stasera 7 febbraio, la 6a puntata 2019 della nostra trasmissione.

Dalle 22,25 sul canale 194 e 24,02 sul 18, nella versione "meglio di", ovvero servizi già trasmessi nella scorsa stagione sportiva.

Ecco quelli che riproponiamo in sequenza in questo appuntamento motori:
- CIVSA: Scarperia-Giogo 2018;
- OSPITI IN STUDIO: Marco Sbrollini, pilota Lancia Delta Evo E1;
- IRC: Rally del Taro 2018;
- OSPITI IN STUDIO: Michele Rovatti;
- RALLY TOSCANA: Rally Reggello 2018;
- OSPITI IN STUDIO: Rallye Experience (Fiore, Della Maggiora, Favali)
- CAMERACAR: Senigagliesi-Morganti a rally Reggello.

Quasi 80 minuti di adrenalina ed immagini a tutto gas.
NOI SIAMO PASSIONE ATTIVA, IN MOVIMENTO!!

  • 0

Toscana Tv Motori 2019 - 5a puntata (meglio di...)

Stasera 31 gennaio, dalle 22,28 (canale 194) e dalle 24,00 (can1) dgt di Toscana Tv, 5a puntata del 2019 di Toscana Tv Motori, l’appuntamento televisivo leader per ascolti e che piace sempre più agli amanti dei motori regionali e non solo.

Sempre nella versione “Meglio di…” (cioè con servizi già trasmessi nel 2018), proponiamo questa serie di filmati:
- CIR: Rally Targa Florio 2018 (servizio ACI Sport);
- Toscani alla Targa Florio 2018 (nostro servizio);
- Rally Valdinievole 2018 (camp reg. toscano);
- Clip Artino-Gabelloni al Valdinievole by MTvideo;
- OSPITI: Thomas Paperini e Simone Fruini;
- Mille Miglia 2018 (rievocazione ed evento);
- CIR: Rally Elba 2018 (nostro servizio);
- Toscani… elbani 2018 (nostro servizio);
- Cameracar di protagonisti all’Elba: Andreucci, Campedelli, Scandola.

Poco più di 70 minuti a tutto gas, perché...
NOI SIAMO PASSIONE ATTIVA, IN MOVIMENTO!!

  • 0

Toscana Tv Motori 2019 - 4a puntata (meglio di...)

24 gennaio e 4a puntata 2019 della trasmissione (versione “meglio di”) stasera, sul canale 194 dalle 22,30 e sul canale 18 dalle 24,00 del dgt regionale.

Questa la scaletta dei servizi:
- CIVSA: Camucia-Cortona;
- OSPITI: Andrea e Uberto Bonucci;
- CIVSA: punto campionato dopo 2 gare;
- RALLY: Liburna Terra 2018 (ns servizio);
- RALLY: Liburna Terra by ACI Sport;
- OSPITI: G. Pezzaioli (Yokohama) e A.Sartoni (MaxiCarRacing).

NOI SIAMO PASSIONE ATTIVA E MOVIMENTO!

  • 0
Sottoscrivi questo feed RSS

Log in or create an account